Alberoandronico

I cinque dello Strega

NOTIZIE DA ALBEROANDRONICO.

Scurati, Terranova, Durastanti, Missiroli, Cibrario. Questi i finalisti del Premio Strega, tra i quali uscirà, il quattro luglio, il nome del vincitore 2019.

M. Il figlio del Secolo è il primo della trilogia annunciata da Antonio Scurati: un racconto in soggettiva, protagonista un giovane Mussolini che percorre gli anni della fondazione dei fasci di combattimento e della scalata al potere, e si conclude con il discorso del ’25.
Ancora storia nel romanzo Il rumore del mondo di Benedetta Cibrario: il Risorgimento e l’Unità d’Italia visti con gli occhi di una donna benestante torinese, giovane moglie di un ufficiale inglese.
Un filo disteso, improvvidamente, tra la Basilicata e New York percorre l’esistenza, l’educazione sentimentale di una ragazza emigrata nel dopoguerra a Brooklyn con i suoi genitori sordi nel romanzo autofiction La straniera di Claudia Durastanti.
Il tema della coppia e del tradimento è al centro del libro Fedeltà di Marco Missiroli, in una Milano disegnata dai landmark delle nuove costruzioni che però non sarebbe dispiaciuta a Buzzati. Quanto si resta fedeli a se stessi se si è infedeli all’altro?
Terza fatica letteraria per Nadia Terranova, il romanzo Addio fantasmi ripercorre un classico plot narrativo: la protagonista si trova improvvisamente immersa nei ricordi della casa d’infanzia, attraversata dalla dolorosa scomparsa del padre uscito una mattina e mai più tornato, che ha cristallizzato i suoi rapporti più profondi, a partire da quello con la madre, nel segno dell’assenza.

Condividi

Chiudi il menu